Trattare la pelle con ossigeno iperbarico

Una pelle più luminosa, giovane, radiosa è il sogno di tutte le donne alle prese con agenti inquinanti, detergenti troppo aggressivi, fumo, età…
La tecnologia Opulence del Beauty Concept e Nail Spa Mario Limone viene oggi in aiuto delle donne con un trattamento piacevole, rilassante, adatto a qualsiasi tipo di pelle, in grado di uniformare il tono della pelle facendola apparire più fresca, raggiante, ringiovanita.
Ma come funziona? Un semplice video spiega più di mille parole… L’Ossigeno Iperbarico, che già di per sé ha un’azione altamente rinfrescante e calmante, aiuta a trasportare i principi attivi del Siero Opulence con il quale si è trattata la cute in precedenza. Tali principi attivi consistono essenzialmente in Acido Ialuronico a basso peso molecolare in combinazione con potenti antiossidanti e vitamine (A, C ed E), oltre ad una miscela di estratti del thé verde e di altri principi attivi di origine botanica.

L’Acido Ialuronico, uno dei principali costituenti della pelle, esercita in profondità la sua azione tonica e di riduzione delle rughe sottili, mentre i principi botanici espletano la loro azione schiarente naturale e la vitamine A, E e C super concentrata proteggono e difendono dai danni ambientali e dall’invecchiamento cutaneo precoce grazie alla loro potente azione antiossidante.
Il Trattamento Intraceuticals Opulence Oxygen Infusion non finisce certo qui, ma continua con specifici prodotti da utilizzare a casa studiati per mantenere nel tempo gli effetti del trattamento con ossigeno iperbarico, come ad esempio l’Opulence Hydratation Gel, un preparato a base di Acido Ialuronico a diversi pesi molecolari per fornire alla pelle una riserva di glicosaminoglicani essenziali, oltre a schiarenti naturali ed antiossidanti, e l’Opulence Moisture Binding Cream, passo finale del processo di stratificazione dello Ialuronico, che contribuisce a fissare l’idratazione ed a ripristinare la naturale luminosità della pelle.

Autore: ProfumieBenessere.it

Condividi questo articolo su