Trattamenti esfolianti

Uno dei riti al quale le donne si sottopongono più spesso durante la loro vita è il démaquillage, il primo gesto di bellezza che contribuisce a preservare la luminosità e la giovinezza della pelle. E’ per questo che i Laboratori Clarins creano di continuo tutta una serie di prodotti per la detersione delicata anche delle pelli più fragili.
La Doux Crème gommante (per chi non lo sapesse, per gommage si intende un tipo di trattamento estetico che consiste nella rimozione delle cellule morte o invecchiate, come durante l’esfoliazione del corpo o del viso), ad esempio, è stata realizzata selezionando accuratamente i principi attivi più preziosi ed efficaci, privilegiando gli estratti naturali più puri. La crema va applicata su collo e viso detersi e ben asciutti, evitando il contorno occhi, con leggeri movimenti dal centro del viso e del collo verso l’esterno. Per non distendere la pelle, essa va mantenuta ferma con una mano, facendo il gommage con l’altra mano, per poi risciacquare con acqua tiepida.
La Doux Crème gommante della Clarins elimina le impurità e le cellule morte, favorendo nel contempo il rinnovamento dell’epitelio, grazie all’argilla naturale. L’argilla è infatti un potente dinamogeno che ristabilisce un equilibrio stabile risvegliando l’attività delle ghiandole. Elimina, inoltre, le tossine dell’epidermide e, contemporaneamente, cede sostanze minerali, elementi rivitalizzanti ed energetici. L’azione lenitiva dell’estratto di primula, inoltre, aiuta a rispettare l’equilibrio e il pH della pelle, lasciandola pulita, morbida e radiosa.
Risultato? Già pochi minuti dopo l’applicazione, la Doux Crème Gommante Clarins illumina immediatamente tutti i tipi di pelle, anche le più sensibili, cancellando la patina grigiastra della pelle, un po’ come una vera e propria maschera, lasciando il viso ed il collo lisci, vellutati e perfettamente rigenerati. Nessun arrossamento, niente irritazioni: la cute risulta perfettamente compatta, liscia e morbidissima!

Autore: ProfumieBenessere.it

Condividi questo articolo su